SIMMETRIE

Screpolata
in un tempo che vacilla
come la grande finestra dove l'autunno soffia forte

Smarrita
Nelle movenze deliranti degli ulivi
che allungano al mare calìe d'argento

La carezza perenne del cipresso penetra la stanza
mi somiglia, gli somiglio

/